Beppe Signori salvato da un’embolia polmonare

Beppe Signori salvato da un’embolia polmonare. Il,vicecampione del mondo con la Nazionale nel 1994 ed ex attaccante di Foggia, Lazio e Bologna ha trascorso cinque giorni in terapia intensiva cardiologica.

Era affaticato, faceva fatica a respirare e aveva dolore al torace – spiega il professor Mario Lima , direttore della Chirurgia pediatrica, il primo medico a cui si è rivolto Signori –. Dalla Tac ho visto i segni di un’embolia polmonare e così l’ho inviato subito al professor Nava. Una patologia causata dallo stress? Direi che le persone al centro di vicissitudini giudiziarie, e che non sono abituate a queste vicende, ne possono risentire più di altre“.

Fonte Resto del Carlino

Lascia un commento