Il finale alternativo di “L’Armata delle Tenebre” –VIDEO

l'Armata delle Tenebre

Ebbene si, la sparatoria al reparto ferramenta con l’accoppamento della strega che urlava “Ti succhierò l’anima” non è l’unico finale esistente di quel cult generazionale che è L’Armata delle Tenebre. Era il 1992 quando Sam Raimi, reduce dal successo straordinario, soprattutto di pubblico, dei due capitoli della saga “domestica” ‘La Casa’, decise di riportare nelle sale il personaggio di Ash trasformandolo in leggenda. E fino a qui è storia.

Il finale del film classico vuole che, dopo un furioso sconto con la suddetta armata, dopo aver salvato Sheila riportato la pace  tra il popolo di Arthur e Enrico il Rosso, il mago crea una pozione dal Necronomicon e, dopo un saluto accorato con Sheila, Ash torna nel presente. Eccoci qua nel mitico reparto ferramenta dove Ash chiude alla grande con ‘Dammi un po’ di zucchero Baby’ (Ps: il commesso è il fratello di Raimi, Ted).

Veniamo al finale alternativo che tanto alternativo non era in quanto era stato il primo finale previsto: una chiusa totalmente diversa del in cui Ash beve una quantità errata di pozione e si risvegliai in un futuro apocalittico

Il finale alternativo di “L’Armata delle Tenebre

Lascia un commento