Netflix cancella episodio dell’Ape Maia: “Si vede un pene” – VIDEO

letture
Nessun commento
ape maia

Segnatevi questo nome: Chey Robinson. E’ la mamma che ha messo in imbarazzo il colosso Netflix le scorse settimane con un semplice post, questo: “Fate attenzione a ciò che guardano i vostri bambini. Non ho modificato l’immagine in nessun modo, questa è L’Ape Maia, stagione 1, episodio 35. So che non sto diventando matta e so che qualcosa del genere non dovrebbe apparire in un programma per bambini. Ne sono estremamente disgustata, non v’è ragione alcuna per cui i miei bambini debbano vedere una cosa del genere. Non so se faranno qualcosa al riguardo, ma per nessuna ragione questa cosa dovrebbe essere nello show“.

pene ape maiaEbbene sì, la signora Robinson mentre stava guardando le avventure della “curiosa e piccolaApe Maia, ha notato un pene disegnato sul tronco di un albero. L’immagine è apparsa in un fotogramma ed è stata notata anche da altri genitori, le cui preoccupazioni sono giunte allo Studio 100 Animation che produce il cartone animato.

L’emittente -che ha ovviamente cancellato l’episodio – ha subito tenuto a specificare che “un’immagine assolutamente inappropriata è stata scoperta in una velocissima scena di quattro secondi in uno dei 78 episodi della serie. Le origini di questa immagine sono ovviamente il risultato di una pessima bravata di uno dei 150 artisti che lavorano alla serie. Stiamo con ogni mezzo cercando la persona responsabile, ma è un compito difficile, considerando il grande numero di persone coinvolte in Francia ed Asia. È certamente inaccettabile per il Gruppo Studio 100 in quanto padrone del marchio e tutti i suoi partner, e non riflette affatto la qualità del nostro lavoro, né i nostri valori. È già stata intrapresa un’azione legale. Studio 100 si rammarica davvero dell’incidente e vuole offrire le sue più sincere scuse a tutti i fan de L’Ape Maia“.

Quindi dovrebbe essere la bravata di un disegnatore… ebbene, se così fosse, trovatelo e poi dategli un premio, una medaglia, una targa al valore, un trono, ma soprattutto una stretta di mano da parte nostra!

Lascia un commento