Non c’è due senza quattro, 10 cose che (forse) non sapete –VIDEO

Non c'è due senza quattro, 10 cose che (forse) non sapete

Dopo avervi svelato 10 curiosità dei cult ‘…altrimenti ci arrabbiamo!’ e ‘Nati con la camicia‘ e ‘Pari e dispari‘, Miami Supercops (I poliziotti dell’8ª strada), stavolta è il turno di Non c’è due senza quattro, pellicola, del 1984.

La trama? Lo stuntman Elliot Vance e il sassofonista galeotto Greg Wonder vengono ingaggiati da un’agenzia che si occupa di reclutare sosia di personalità VIP, perché perfettamente somiglianti ai cugini Antonio e Bastiano Coimbra, due miliardari iberico-brasiliani, i quali hanno bisogno di venir sostituiti per sette giorni poiché in pericolo di morte: infatti, alla fine di quei sette giorni, i due ricchi uomini d’affari dovrebbero firmare un importante contratto ma un gruppo di malviventi è deciso ad impedirlo. I cugini Coimbra offrono un milione di dollari ai loro sosia per l’operazione, più un altro mezzo in caso riuscissero a scoprire e sgominare la sleale concorrenza. Elliot e Greg accettano. (wikipedia docet)

(Leggi anche: Altrimenti ci arrabbiamo! 10 cose che (forse) non sapete -VIDEO)
(Leggi anche: Nati con la camicia: 10 cose che (forse) non sapete –VIDEO)
(Leggi anche: Pari e dispari: 10 cose che (forse) non sapete –VIDEO)
(Leggi anche: Bomber, 10 cose che (forse) non sapete –VIDEO)

1-La regia è di E.B. Clucher, pseudonimo di Enzo Barboni: il regista aveva già lavorato con la coppia in Lo chiamavano Trinità… del quale scrisse anche il soggetto e la sceneggiatura. Nel 1971 diresse anche il seguito …continuavano a chiamarlo Trinità, che riscuoterà anch’esso un enorme successo commerciale; il regista stipulò un contratto  per altri tre film con il duo: I due superpiedi quasi piatti (1977), Nati con la camicia (1983) e appunto Non c’è due senza quattro

2- È il quattordicesimo dei 16 film interpretati dalla coppia Bud Spencer e Terence Hill.

3- È stato interamente girato in Brasile, a Rio de Janeiro.

4- Nella scena nella quale Antonio e Bastiano sono nella loro suite d’hotel, Bastiano decanta uno stralcio de Fuori dalla culla che dondola senza fine di Walt Whitman. Donna Olimpia Chavez, invece, recita vari stralci di diverse composizioni di Whitman nella scena al laghetto delle ninfee.

5- Nella scena in cui Elliot e Greg visitano la piantagione di banane, quest’ultimo racconta di essere già stato in Brasile, quando faceva il cercatore di diamanti. Bud Spencer, da giovane, ha davvero vissuto in Brasile: era impiegato al consolato italiano di Recife.

(LEGGI ANCHE: Bud Spencer: 10 cose che (forse) non sapete)

6- Il film è stato distribuito nei seguenti paesi con diversi titoli:
Stati Uniti e Inghilterra: Double trouble
Germania: Vier Fäuste gegen Rio
Spagna: Dos super dos
America Latina: Dos Puños contra Rio
Francia: Attention les dégâts!
Ungheria: Nincs kettő négy nélkül
Repubblica Ceca: Dvojníci
Canada: Not two, but four
Danimarca: Angreb er det bedste forsvar
Svezia: Storfräsarna
Norvegia: 4 never i Rio
Paesi Bassi: Vier vuisten in ‘t kwadraat
Brasile: Eu, você, ele e os outros

7 – Come spesso capita nei film della coppia sono presenti visi noti apparsi anche in altre pellicole: una di queste è April Clough, nome d’arte di Gillian Wood ( in questo caso è Donna Olimpia). L’attrice aveva preso parte anche a I due superpiedi quasi piatti.

8- Discorso analogo per Harold Bergman (è il capo dell’agenzia dei sosia), con Bud Spencer e Terence Hill, ha interpretato ben sei film: Miami Supercops – I poliziotti dell’8ª strada, Superfantagenio, Nati con la camicia (dove interpreta la parte dello scienziato della CIA) e Poliziotto superpiù.

9- Un discorso a arte si merita Giovanni Pazzafini detto Nello (è Tango): dopo aver lavorato come guardia del corpo (era alto circa 1 metro e 95), diventò uno dei caratteristi romani più noti: e per alcuni anni lavora intensamente in molti film mitologici come “cascatore”, spesso senza essere neanche accreditato (insieme a lui numerosi altri acrobati quali Franco e Andrea Fantàsia e Nazzareno Zamperla.

Pazzafini si impose quindi nel tempo con numerose partecipazioni a film mitologici prima, western e poliziotteschi prima come cascatore, e poi, dal 1965, interpreta ruoli più consistenti in numerosissimi film di genere come caratterista diventandone un’icona grazie soprattutto ai suoi lineamenti bronzei e alla sua caratteristica faccia dura e “cattiva”, che lo rendono il classico e immancabile antagonista dell’eroe buono, da Giuliano Gemma al Paolo Villaggio di Fantozzi (era il guidatore a cui il Ragioniere  taglia la strada mentre si reca da Gigi il Troione)

Terminata la carriera cinematografica, all’inizio degli anni novanta di lui si persero le tracce: morì, infatti, nel più totale anonimato, all’età di 63 anni, nel quartiere romano di Ostia, nel 1997. È sepolto nel Cimitero Comunale di Ostia Antica.

10- Le musiche sono di Franco Micalizzi: il musicista aveva già collaborato con Bud e Terence. Nel 1970 ricevette l’incarico di comporre la sua prima colonna sonora per il cinema. Si tratta di un western all’italiana, Lo chiamavano Trinità, con due attori allora pressoché sconosciuti, Bud Spencer e Terence Hill. Il resto è storia.

Lascia un commento