Quello che non sapete sul M60 di Predator (che poi M60 non è) –VIDEO

letture
Nessun commento
Quello che non sapete sul M60 di Predator

Predator, pellicola a dir poco epica del 1987 diretta da John McTiernan, ha tra i suoi protagonisti principali in ordine di importanza Arnold Schwarzenegger/Magg. Dutch Schaefer, l’alieno cacciatore (per i più nerd…appartenente alla razza yautja) e… l’M60 con cui il sergente Mac Eliot , al grido di ‘CONTATTOOOOO’ sparecchia la giungla svuotando, a suo dire, svariati caricatori in risposta all’improvviso attacco di morte da cui è stato colto Jesse Ventura/Blain.

via GIPHY

La scena, tra le più memorabili, è oramai marchiata a fuoco nell’immaginario di tutti noi: vedere il minigun che spara all’impazzata regalandoci autentici secondi di libidine (doppia libidine, libidine con i fiocchi).

Proprio a questa simpatica arma è dedicato questo piccolo, celebrativo, post: l’arma a canne rotanti che imbraccia Blane non è un M60; la traduzione è sbagliata ed ha dato vita a discussioni infinite sul vero nome del gingillo. Ascoltando la traccia inglese, Mac parla di “minigun” non di “m60“.

La minigun M134 “Vulcan” è appunto quella portata da Blane. Il vero M60 è invece il fucile che ha Mac (è lo stesso che impugna Stallone in Rambo 1 e 2, entrambi nel finale per intenderci).

Detto questo, il M134 “Vulcan” è una mitragliatrice a canne rotanti con ‘un’elevata’ cadenza di tiro, (dai 2000 a 6000 al minuto)…generalmente destinata ad essere utilizzata a bordo di alcuni elicotteri da guerra, pesa circa 30 kg ed ha un costo di circa 25mila dollari cadauno.

Detto (ancora) questo, il suo utilizzo durante le riprese di Predator ha dato vita a numerose leggende metropolitane: circolava la voce che Ventura, durante le scene in cui la utilizzava, dovesse indossare un giubbotto antiproiettile per proteggersi dai bossoli espulsi con forza dalla Jesse Venturamitragliatrice. Bugggia! In primis l’arma fu modificata, rallentando il movimento rotatorio della canna (altrimenti le camere non sarebbero riuscite a riprenderlo). In secondo luogo, per funzionare, l’arma era attaccata a due batterie da automobile con i cavi che passavano direttamente nei pantaloni di Ventura; che altro? Ah si, l’arma espelle i bossoli lateralmente dal basso. Altre menzogne? Sparando circa 4000 proiettili al minuto, una dotazione normale di 500 colpi servirebbe per una raffica di soli 7 secondi.

Che altro? Arnold si deve essere affezionato al giocattolone tant’è che lo rivolle in Terminator II.

Vi potrebbe interessare anche: Il finale alternativo di ‘Terminator 2 – Il giorno del giudizio’ – VIDEO

Vi potrebbe anche interessare: Il finale alternativo di ‘Rambo’ –VIDEO

Lascia un commento