Torna il Commodore 64, icona degli anni ’80… in versione ridotta

letture
Nessun commento
commodore 64

Da uno strepitoso monologo di Daniele Luttazzi: “Una volta mi è capitata una ragazza che non praticava rapporto orale (ovviamente, non sono queste le parole usate, ndr). Non ci volevo credere. L’ho guardata come si guarda un Commodore 64: ma siete ancora in produzione?“. Tutto questo giro di parole è irrazionalmente collegato alla notizia che l’home computer ad 8 bit più famoso della storia, lanciato nel 1982, icona di un mondo che non esiste più, è pronto a tornare. Già, proprio lui, come direbbe Piccinini: il Commodore 64… E chissà come cambierebbe la battuta adesso?! Non è importante.

L’annuncio ufficiale è stato dato da Koch Media, sull’imminente arrivo in commercio di THEC64 Mini, rielaborazione e riproduzione autorizzata di uno dei simboli più accecanti e riconoscibili della nostra generazione. Da pelle d’oca! Le dimensioni sono la metà dell’originale (ma quelle contano solo a letto!), il prezzo di partenza è di 79,99€ (barboni!), uscirà nel 2018 (un anno passa in fretta!), si connette al televisore ed ha un joystick classico con cui giocare… non riesco a finire la frase… l’emozione… ad uno dei 64 titoli classici disponibili (Epyx, Gremlin Graphics, Hewson, The Bitmap Brothers e California Games come Speedball 2: Brutal Deluxe, Paradroid, Impossible Mission… per citarne alcuni!). Ma ci rendiamo conto?! Sarà banale e scontato dirlo, ma davvero ogni giorno ci si rende sempre più conto che si stava meglio prima… più chiaro di così?!?

E Luttazzi muto, anche se mi dispiace…

Lascia un commento