Addio a Erin Moran, la “Sottiletta” di Happy Days. Il saluto di Fonzie

Erin Moran

Uno dei volti più noti e amati dal grande pubblico della popolarissima serie tv “Happy Days“, Erin Moran, si è spenta sabato 22 aprile a Corydon, in Indiana, a 56 anni. E’ stata trovata dai servizi sociali locali dopo una segnalazione anonima. Le cause e le circostanze del decesso sono ancora sconosciute.

Divenuta celebre per il ruolo di Joanie Cunningham (che fu suo dalla prima all’ultima stagione della serie, dal 1974 al 1984), la sorella minore di Richie (un giovanissimo Ron Howard, ora regista di fama mondiale), per tutti è stata “Sottiletta”, soprannome “coniato” da Henry Winkler/Fonzie per via della sua magrezza (“Erin… Ora hai finalmente trovato la pace che desideravi così tanto su questa terra” questo il commento di Winkler).

L’attrice originaria della California ha fatto delle comparsate anche in “Love Boat”, “Beautiful” e “La signora in giallo” e fu ospite assieme a Anson Williams (Potsie) del programma italiano di Italia 1 “Meteore”. Lontana dalle luci della ribalta e da quel mondo dorato che aveva toccato con mano negli anni ’80, la Moran iniziò ad attraversare dei momenti duri, anche e soprattutto dal punto di vista economico. Viveva in una roulotte, all’interno di un camping di New Salisbury, sempre in Indiana, fino a quando non venne cacciata dalla madre del marito, Steven Fleischmann, per colpa di una vita al limite, dedita al bere.

Un personaggio questo così drasticamente reale, forte come un pugno nello stomaco, e così lontano da quello della ragazzina con la faccia pulita e sorridente degli anni ’50, senza grilli per la testa, che ci ha tenuto compagnia per tanti anni. Addio “Sottiletta”.

Lascia un commento