Alla ricerca di… Bill Murray!

Bill Murray

Tra gli innumerevoli aneddoti che circolano sul monumentale Bill Murray, c’è quello che riguarda un regista sconosciuto, tale Ted Melfi, a cui venne qualche anno fa un’idea di scritturare per il suo film d’esordio nientemeno che il dottor Peter Venkman di “Gosthbusters”. Una missione quasi impossibile: come poteva un signor “nessuno” far arrivare la sceneggiatura all’agente di un divo di Hollywood? Quasi impossibile abbiamo scritto… perché per cominciare, Bill Murray non ha un agente, un addetto stampa e/o un assistente. Ha solo un numero di telefono a carico del destinatario e una segreteria telefonica. E Ted Melfi grazie ad un amico produttore era riuscito ad averlo quel numero. Il resto è… “St. Vincent”, film del 2014.

Perché abbiamo iniziato il pezzo in questo modo? Perché è l’inizio di una storia incredibile, quella di un giornalista che per mesi ha cercato – inutilmente – di intervistare il grande Bill, e nel corso della sua ricerca ha raccolto curiosità e racconti surreali su uno dei volti comici più famosi al mondo.

Quando ha chiesto il numero a Ted Melfi, si è sentito rispondere così: “C’è una legge non scritta con Bill, che conoscono tutti. Non dare mai in giro i suoi contatti. Nessuno lo farà mai“. E così fu… Un altro particolare curioso di un personaggio unico è quella volta che Bill Murray scrisse a David Letterman per dirgli che era a New York e gli sarebbe piaciuto vederlo. L’unico giorno in cui il conduttore televisivo era libero però era quello in cui doveva farsi delle vaccinazioni per un viaggio in India, e così ha dato l’indirizzo del medico all’amico.

Il giorno dopo sono nell’ambulatorio del dottor Hartman, nella sala esami, in mutande. Il dottor Hartman, un tipo adorabile, indossa il suo camice da laboratorio e mi sta spiegando tutte le vaccinazioni che vuole farmi. All’improvviso bussano alla porta, e io penso: ‘Deve essere un assistente o qualcuno che vuole prelevarmi il sangue’. E invece è Bill Murray, che entra, chiacchiera con il dottore e mentre mi fanno le iniezioni mi fa: ‘Stai andando in palestra?’ Incredibile“.

Lascia un commento